Il Betta splendens rosetail è una evoluzione d’allevamento del Betta splendens halfmoon, infatti nascono come vedremo più avanti dall’alta selezione genetica degli Hm, Questa varietà di Betta halfmoon (datata 1991) ha infuocato le discussioni tra i vari appassionati allevatori in merito all’opportunità o meno di inserirla nei programmi di allevamento del Betta splendens halfmoon e portala al riconoscimento da parte di IBC. Tale discussioni si sono sopite negli anni, in quanto con una certa unanimità si è ritenuto l’inserimento dei Rosetail dannoso per la selezione dell’ Halfmoon.

 

Betta roseitail

Veniamo alla recente storia del Rosetail. Alcuni allevatori d’oltre manica cercando di perfezionare i soggetti di Hm (Halfmoon) selezionano diverse caratteristiche come i bordi tra i raggi diritti etc. Tutte caratteristiche che hanno come abbiamo più volte detto lo scopo ultimo di migliorare non solo l’aspetto estetico del Betta dandogli un pinnaggio ben proporzionato ma anche di dargli tramite la ricerca delle giuste proporzioni un nuoto armonioso che manca nei soggetti Vt.

La ricerca spasmodica di questa perfezione attraverso il fissaggio genetico di queste caratteristiche “tipiche” dell’’Halfmoon nelle loro linee di allevamento ha portato questa nuova variante negli allevamenti denominata appunto Rosetail.

Notizie certe documentate di questa mutazione del Betta risalgono hai primi anni novanta, per merito dell’allevatore Jeff Wilson che incrociò le sue linee d’allevamento con quelle di Laurent Chenot.

La strada sicuramente si è mostrata subito in salita, perché ottenuta questa mutazione in allevamento, tutta la squadra CHENMASWIL , di cui faceva parte appunto Wilson,dopo un primo entusiasmo per questi soggetti, persero rapidamente interesse perché sembravano essere più deboli dei soggetti da cui provenivano e manifestavano non poche difficoltà di riproduzione, per tanto nel timore di mettere a repentaglio le ottime linee di Hm fino ad allora allevate, allontanarono decisamente questi soggetti dai loro allevamenti. Tuttavia visto il loro pregio estetico Jeff Wilson (che diede il nome Rosetail a questi soggetti nel 1991) e Pete Goettener decisero di presentare alcuni di questi soggetti ad una gara espositiva IBC intono al 1993/94.

Oggi sono notevolmente aumentate le varianti di Roseital sia per quanto concerne la loro forma tipica, la loro caratteristica principale è l’eccessiva ramificazione dei raggi in tutte le pinne, sia dei loro colori. Proprio l’eccessiva ramificazione e conseguente sovrapposizione dei raggi caudali con una tipica forma a rosa spiega la scelta del nome attuale di questa mutazione. Manifestano questi soggetti delle pinne ventrali e dorsali più corte, anche i colori benché ormai ve ne sono diversi risultano generalmente più pallidi, probabilmente a causa del gene  cui ha origine questa mutazione, l’ampia ramificazione influenza negativamente anche la capacita di nuoto del Rosetail (Rt), ed è proprio quest’ultima caratteristica negativa che accende la discussione sulla opportunità di inserire il Rt in allevamento a scopo selettivo.

Betta rosetail

 

Le caratteristiche tipiche del Rosetail si manifestano molto presto nei giovani Betta, in particolare nelle forme estreme, manifestano presto un pinnaggio fantastico, questo ha fatto sfregare le mani agli allevatori di questa varietà, per poi portarli alla disperazione quando si sono dovuti confrontare con le non poche difficoltà di allevamento di questi soggetti.

Ora come dicevamo la discussione intorno all’opportunità di usare o meno il Rosetail in allevamento e molto accesa. Alcuni si rifiutano letteralmente di utilizzare questi soggetti per i problemi che menzionavamo qualche riga fa. Altri li utilizzano nell’allevamento dell’Hm assicurando che questi migliorano la qualità delle pinne dei loro Halfmoon, evidentemente ciascuno di noi che alleva Hm deve decidere se utilizzare in allevamento i Roseital, ma di una cosa va tenuto indubbiamente conto, se utilizzeremo i Roseital in allevamento questi aumenteranno di numero nelle riproduzioni delle generazioni seguenti. È un bene? E’ un male?Ai posteri l’ardua sentenza.

Certo bisogna farlo comunque con oculatezza per non danneggiare le nostre linee Hm. Tuttavia il premio per un genuino e sapiente utilizzo di Roseital in allevamento, secondo allevatori esperti è un Halfmoon con una diffusione della pinna caudale di 360°!!!!… La quale ipotesi apre la strada ad evoluzioni fantastiche ancora per il prossimo futuro del Betta splendens.

Concludo tuttavia con le stesse parole con cui concludeva il suo argomento intorno al Roseital il maglifico allevatore di Betta – Magicbetta

 

“ Selezione si, ma..tenete presente che un pesce deve nuotare !… “ by Betta magic

Se volete approfondire questo e altri argomenti vi aspettiamo sul nostro forum

 

Fonte: Bettaterritory – BettaBetty

traduzione e revisione : Butera Massimo

Commenti

commenti

1482 - Visite totali - 2 - Visite odierne -
Massimo Butera
Biografia da aggiungere